Tag

, , , , , , , , , ,

Limoncello homemade, fatto con limoni di Sicilia rigorosamente Biologici.

Limoncello homemade, fatto con limoni di Sicilia rigorosamente Biologici.

Capita – specialmente a noi donne – di passare davanti ad un negozio e di venirne irresistibilmente attratte. Solo che – nel caso specifico – non si tratta di negozi di abbigliamento, scarpe o make-up ma… di una graziosa bottega che vende primizie di Sicilia! Mi sono più volte rifornita di ortaggi e frutta cercando ogni volta di ignorare il delizioso profumo dei limoni che, con il loro colore brillante e la loro straordinaria grandezza, parevano lanciarmi ogni volta il loro ammaliante richiamo. Naturalmente alla fine cedetti e, oltre a produrre un favoloso Oleolito di Limone, decisi di buttarmi nella produzione casalinga di liquori. Non avendo amici campani a cui chiedere la ricetta mi sono avvalsa dell’aiuto del web e, dopo svariate ricerche, mi sono decisa a provare la ricetta che più mi ha ispirato. Come sempre ne ho approfittato per sapere qualcosa di più circa questo straordinario prodotto. La genesi del limoncello è contesa tra Capri, Sorrento ed Amalfi. A Capri si racconta che il famoso liquore nasce all’inizio del secolo scorso in un piccolo agrumeto curato dalla signora Maria Antonia Fornace. Nel dopoguerra il nipote decise di aprire un bar giusto in prossimità della piccola pensione di cui la signora era proprietaria, la specialità qui proposta era proprio il limoncello fatto con la ricetta tramandata dalla nonna. Nel 1988 il pronipote, Massimo Canale, intraprende l’attività di produzione artigianale di limoncello registrandone poi anche il marchio. Gli amalfitani invece fanno risalire la scoperta del liquore di limone a tempi molto antichi, quasi quanto la coltivazione dell’agrume stesso. A Sorrento invece si narra che agli inizi del 1900 le grandi famiglie del posto deliziavano i loro ospiti illustri offrendo loro un bicchierino del soave e refrigerante liquore. Taluni tuttavia affermano che il limoncello fosse bevuto la mattina presto dai contadini e dai pescatori per combattere il freddo, mentre altre storie del posto riferiscono che sia nato tra severe mura monastiche per rallegrare la lunga giornata dei frati. Quale che sia la verità, questi aneddoti non fanno altro che rendere ancora più invitante questo meraviglioso liquore d’oro pallido conosciuto ed apprezzato in Italia e all’estero. Avrei voluto parlare anche delle numerose proprietà cosmetiche dell’Oleolito di Limone (che ho preparato insieme al limoncello) ma servirebbe un post solo per questo argomento. Per questa volta mi limiterò a qualche suggerimento molto pratico e veloce. Per un impacco pre-shampoo per capelli grassi e con forfora possiamo mescolare due cucchiai di olio EVO con due cucchiai di succo di limone e distribuire uniformemente sui capelli umidi lasciando in posa per circa 30 minuti. Per una maschera viso purificante invece possiamo mescolare un cucchiaio di yogurt, uno di miele, uno di succo di limone con un po’ di argilla verde e amido di riso in modo da ottenere un risultato piuttosto liscio e cremoso. Tenere in posa per 10 minuti circa, dopodiché sciacquare abbondantemente con acqua tiepida e terminare con una buona crema idratante. Dopo questa breve digressione cosmetica passiamo alle ricette del Limoncello e della Crema al Limoncello che ho trovato su Cookaround.

Crema al limoncello homemade, fatta con limoni di Sicilia rigorosamente Biologici

Crema al limoncello homemade, fatta con limoni di Sicilia rigorosamente Biologici

Limoncello – Ingredienti:

500 ml di alcool buongusto
4/5 limoni
400 ml di acqua
300 ml di zucchero
La scorza di un limone grande

• Lavare e spazzolare accuratamente i limoni;
• Sbucciarli utilizzando il pelapatate in modo da prelevare solo la parte gialla della scorza;
• Collocare le scorze all’interno di un vasetto di vetro con chiusura ermetica e aggiungere l’alcool;
• Lasciar macerare per 15 giorni in un luogo fresco e buio e ricordarsi di agitare di tanto in tanto;
• Trascorse le due settimane filtriamo con una garza o con un panno di cotone (lavato senza usare l’ammorbidente).Versare in un pentolino l’acqua, lo zucchero e la scorza di un limone, portare ad ebollizione e lasciar raffreddare;
• Filtrare lo sciroppo ottenuto ed unirlo all’alcool;
• Travasare nelle bottiglie e lasciar riposare per almeno un mese sempre al riparo dalla luce e dal calore;
• Trasferire il tutto in congelatore e Buon Limoncello a Tutti!

Crema al Limoncello –Ingredienti:

500 ml di alcool
500 ml di latte intero alta qualità
500 ml di panna fresca
600 gr di zucchero
½ bacca di vaniglia
4/5 limoni
La scorza di un limone grande

• Lavare e spazzolare accuratamente i limoni;
• Sbucciarli utilizzando il pelapatate in modo da prelevare solo la parte gialla della scorza;
• Collocare le scorze all’interno di un vasetto di vetro con chiusura ermetica e aggiungere l’alcool;
• Lasciar macerare per 15 giorni in un luogo fresco e buio e ricordarsi di agitare di tanto in tanto;
• Trascorse le due settimane possiamo preparare la crema. Innanzitutto mettere in un pentolino il latte, la panna, lo zucchero, la vaniglia e la scorza del limone e portare ad ebollizione. Far raffreddare a temperatura ambiente, eliminare la scorza e riporre in frigo fino al giorno successivo.
• A questo punto filtriamo la miscela di alcool e scorze di limone con una garza o con un panno di cotone (lavato senza usare l’ammorbidente) e mescoliamo con la crema preparata il giorno precedente. Imbottigliare e lasciar riposare per circa 10 giorni prima di consumare…e Buona Crema al Limoncello a Tutti!

Annunci