Risotto con Zucca e Salsiccia

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’attesa dell’arrivo della stagione delle zucche è una delle cose che rende speciale l’autunno. Mentre le ore di luce si riducono e l’aria si fa gradatamente più frizzante la natura si tinge di infinite sfumature fiammanti che quasi sembrano voler annunciare la comparsa di questo ortaggio: l’ambra, il cadmio, il vermiglione, il ruggine, il melograno e – naturalmente – il color zucca.

Terminata l’attesa, l’acquisto della prima zucca della stagione diventa una sorta di rito e il tutto viene svolto con precisione ed accuratezza: la scelta della tipologia, il vaglio del colore e la valutazione della consistenza. Come spesso accade in cucina l’occhio diventa l’attento indagatore del prodotto, permettendoci di selezionare e “pregustare” con la vista quello che poi potremo assaporare nel piatto.

La ricetta che abbiamo deciso di proporre questa volta è davvero un classico della stagione che ancora mancava all’appello della nostra nutrita collezione di risotti autunnali: il Risotto con Zucca e Salsiccia. Il gusto caratteristico della zucca si sposa particolarmente bene con il sapore deciso della salsiccia, dando vita ad un abbinamento straordinario e ad un risotto veramente cremoso e saporito. La Zucca utilizzata – neanche a dirlo –  è Mantovana, in particolare la varietà scelta è la Delica.

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti per 2 persone:

200 gr di riso

200 gr di zucca (peso netto dell’ortaggio già pulito e decorticato)

150-200 gr di salsiccia

1 piccolo scalogno

1 noce di burro

2 -3 cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva

Brodo vegetale q.b.

½ bicchiere di vino bianco secco

Sale e pepe q.b.

Parmigiano grattugiato q.b.

Decorticare, lavare, eliminare i semi ed i filamenti della zucca e tagliarla infine a cubetti.

Disporre in una capace casseruola lo scalogno finemente triturato, la noce di burro e l’olio EVO. Far imbiondire brevemente quindi aggiungere la salsiccia privata della pelle e sbriciolata.

Quando la salsiccia è ben rosolata unire i cubetti di zucca e poco brodo vegetale. Lasciar cuocere per pochi minuti in modo da rendere la zucca più morbida (se necessario aggiungere altro brodo vegetale).

Non appena la zucca si infilza facilmente con la forchetta (ma non si disfa) e il brodo si è completamente asciugato proseguire con la tostatura: alzare la fiamma, rovesciare il riso e mescolare con un cucchiaio di legno. Sfumare con il vino bianco, sempre continuando a rimestare. Nel momento in cui il riso diventata lucido e trasparente vuol dire che è tostato al punto giusto.

A questo punto abbassare la fiamma e coprire con il brodo vegetale. Salare e pepare, portare a cottura aggiungendo – se necessario – dell’altro brodo vegetale.

Terminata la cottura mantecare con parmigiano grattugiato e servire.

Buon Appetito a Tutti!

 

Annunci

La Torta “Pan di Rose”, ovvero la Torta Pan di Stelle fatta in casa

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il periodo che separa il ritorno all’ora solare dalle Feste Natalizie pare ogni anno interminabile: sarà a causa del “brusco” cambio dell’ora e dell’improvviso accorciarsi delle ore di luce che – come sempre – necessitano di qualche tempo per adeguare la psiche ed il bioritmo.  A onor del vero è però giusto precisare che da alcuni anni a questa parte le stagioni fredde sono state insolitamente miti, causando non pochi problemi di inquinamento ma permettendoci al contempo di trascorrere un po’ di tempo fuori casa per ammirare gli splendenti colori del crepuscolo autunnale.

Durante questo mese, quando la stagione è ormai inoltrata e le foglie sugli alberi si fanno rade e scure, è facile ritrovare il calore e il gusto delicato del thè verde o l’aroma di una deliziosa tisana arancia e cannella. I colori “bruciati” dell’autunno ci portano – forse per similitudine o magari anche a causa del clima meno benevolo – a riscoprire ed utilizzare tutta una serie di tisane profumate e spezie aromatiche che scaldano il corpo e solleticano l’anima.

Quale che sia la tisana di nostra scelta –  quando il tempo ce lo consente –è bello accompagnarla da un dolce fatto in casa e… cosa c’è di meglio di una torta al cioccolato? Questa volta abbiamo deciso di pubblicare la nostra versione della famosa “Torta Pan di Stelle”: la Torta “Pan di Rose”! Si tratta di un dolce particolarmente soffice e goloso, arricchito da farina di nocciole, cacao amaro e cioccolato fondente. La torta si presta molto bene ad essere farcita con panna, mascarpone, ricotta, nutella e… qualunque altra cosa ci suggerisca la nostra fantasia! Naturalmente può essere consumata anche in purezza, per apprezzare tutta la sua morbidezza ed assaporare l’intenso gusto di cioccolato.

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti per uno stampo da 22-24 cm:

230 gr di farina

20 gr di fecola

3 uova

200 gr di zucchero

30 ml di acqua tiepida (3 cucchiai scarsi)

100 ml di latte

80 ml di burro (sostituibile aggiungendo altri 70 ml di olio)

30 ml di olio di semi di girasole

1 cucchiaino di aceto bianco

30 gr di cacao amaro in polvere

30 gr di farina di nocciole

80 gr di cioccolato fondente di buona qualità (metà fuso e metà a scaglie)

Un pizzico di sale

Un pizzico di vaniglia (o vanillina)

Una bustina di lievito per dolci

Montare i tuorli con lo zucchero e l’acqua tiepida fino ad ottenere una crema chiara e spumosa. Senza smettere di mescolare aggiungere il burro fuso intiepidito, l’olio di semi di girasole, il cioccolato fuso (anch’esso leggermente intiepidito), la vaniglia e il sale.

Incorporare a poco a poco la farina setacciata con la fecola e il lievito e rimestare continuamente alternandoli con il latte, in modo che risulti un impasto liscio e privo di grumi. Unire gradatamente il cacao amaro setacciato, la farina di nocciole e il cioccolato a scaglie.

Montare a neve ferma gli albumi con l’aceto ed incorporarli al composto avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto per non smontare il tutto.  Versare l’impasto nello stampo precedentemente imburrato e cuocere a 180° per 30 minuti circa (controllare la cottura perché ogni forno è diverso).

Lasciar raffreddare a temperatura ambiente, sformare e decorare o farcire a piacimento.

La nostra Torta Pan di Stelle è pronta!

Buona Colazione o Merenda a Tutti!

 

La Crema Pasticcera con un solo uovo, ricetta facile

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La crema pasticcera è una delle preparazioni più classiche e golose della pasticceria professionale e casalinga. Perfetta per farcire cannoncini, bignè, crostate, diplomatici, millefoglie e – letteralmente – qualunque altra cosa ci possa suggerire la nostra fantasia! Come per tante altre “golose creazioni”,  anche la nascita della crema pasticcera è contesa tra Francia ed Italia: un mistero celato dal sinuoso labirinto del Tempo che – tutto sommato – non ci interessa chiarire… l’importante in questo caso è il prelibato lascito, senza il quale tante altre preparazioni dolciarie non sarebbero mai potute nascere!

Nel corso del tempo abbiamo pubblicato diversi articoli che riguardavano la crema pasticcera: cominciando dalla ricetta di Luca Montersino, passando per la variante con cioccolato bianco e terminando con la ricetta senza uova. Questa volta abbiamo deciso di proporre una ricetta che è una sorta di “via di mezzo” tra la classica crema pasticcera con tanto di tuorli d’uovo e la crema al latte che invece ne è completamente priva: si tratta della crema pasticcera con un solo uovo.

Il procedimento come sempre è davvero facile e veloce: l’unica accortezza da ricordare è quella di proseguire a mescolare anche durante il raffreddamento, in modo da avere la certezza di ottenere una crema ricca e vellutata. Mi piace utilizzare questa ricetta per tutti quei dolci dove occorre una presenza “più importante” rispetto a quella della già citata crema al latte, mantenendo allo stesso tempo quel tocco di leggerezza che tanto adoro. Non dimentichiamo infine che questa ricetta non prevedendo l’uso della farina risulta perfetta anche per gli intolleranti poiché completamente priva di glutine!

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti:

400 gr di latte fresco intero

100 gr di zucchero

40 gr di maizena (amido di mais)

1 uovo grande

Un pizzico di vaniglia (o vanillina)

Scorza di Limone non trattato (facoltativo)

Versare il latte e la vaniglia in un pentolino dal fondo spesso e scaldare leggermente a fuoco dolce.

Nel frattempo montare l’uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere gradatamente la maizena  insieme a poco latte e mescolare in modo che risulti un composto omogeneo e privo di grumi.

Nel momento in cui la maizena è ben incorporata aggiungere il resto del latte e rimestare accuratamente per  amalgamare il tutto.

Trasferire nuovamente il composto nel pentolino dal fondo spesso e cuocere a fuoco dolce avendo cura di mescolare continuamente con un cucchiaio di legno (in alternativa potete utilizzare una forchetta con infilzato un pezzo di scorza di limone non trattato).

Quando la crema avrà raggiunto la consistenza desiderata (ci vorranno pochi minuti) spegnere e trasferire immediatamente in una ciotola o un recipiente ermetico. Immergere il contenitore con la crema in un secondo contenitore più grande, contenente dell’acqua fredda (per bloccare la cottura) e rimestare frequentemente fino a completo raffreddamento.

Una volta che la crema sarà completamente raffreddata coprire con pellicola trasparente a diretto contatto e conservare in frigo fino al momento dell’utilizzo.

La nostra Crema Pasticcera con un solo uovo è pronta per essere adoperata come più ci piace!

Torta al cioccolato e cocco, ricetta senza burro

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La farina di cocco è un ingrediente che si presta particolarmente bene alla preparazione di numerosi e golosissimi dolci. Di tanto in tanto mi piace riscoprirla perché trovo sia particolarmente versatile e facile da utilizzare: l’unico “ingrediente segreto” da aggiungere è… la nostra fantasia!

Come tutti sanno, la farina di cocco – oltre ad essere molto buona e profumata – ha anche un notevole apporto calorico. Per questa ragione, uno degli ingredienti ai quali preferisco abbinare il cocco rapè  è naturalmente lo yogurt: più leggero rispetto al burro e con la sua ormai nota ed apprezzata caratteristica di donare “una speciale morbidezza” ai dolci che lo contengono.

In passato abbiamo già pubblicato delle ricette che prevedono questo accostamento (i biscotti light e la torta senza uova, burro e latte) ma ci siamo accorti che mancava uno degli abbinamenti più classici di sempre: quello con il cioccolato! In questo caso abbiamo deciso di utilizzare il cacao amaro che, sposandosi con lo yogurt e il cocco, ci permette di ottenere un dolce veramente goloso, soffice  e profumato. La ricetta è davvero facile e veloce, perfetta da preparare tutti insieme in attesa della cena…

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

200 gr di farina per dolci

100 gr di farina di cocco (cocco rapé)

2 uova

160 gr di zucchero

80 ml di olio di semi delicato

70 ml di latte (o acqua)

150 gr di yogurt al cocco zuccherato

30 gr di cacao amaro

Un pizzico di sale

Una bustina di lievito per dolci

Montare le uova intere con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere gradatamente lo yogurt, il sale e l’olio a filo, quindi mescolare per amalgamare i vari ingredienti. Sempre mescolando unire la farina di cocco.

Incorporare a poco a poco la farina setacciata con il lievito alternandola con il latte e rimestare per evitare la formazione di grumi. Da ultimo unire lentamente il cacao amaro ben setacciato e rimestare accuratamente con la spatolina fino ad ottenere un composto omogeneo ed uniforme.

Versare l’impasto nella teglia precedentemente imburrata e cuocere a 180° per 30 minuti circa (controllare la cottura perché ogni forno è diverso).

Buona Colazione o Merenda a Tutti!

 

Green Tea Ice Cubes, ovvero Tonico al The Verde fai da te Purificante ed Astringente

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

In passato abbiamo già parlato delle meravigliose virtù del The Verde ed abbiamo anche proposto delle semplici ricette per poterlo preparare in casa, in modo da avere sempre pronta una fresca bottiglia ristoratrice anche – perché no? – quando non fa più caldo.  Questa volta abbiamo pensato di suggerire un utilizzo “un po’ diverso” del The Verde che, da alleato del nostro benessere, si trasforma in un valido “Elisir di Bellezza”.

I Green Tea Ice Cubes si preparano facilmente e si conservano a lungo: quando abbiamo voglia di una profumata tazza di tè è sufficiente infatti aggiungere un po’ di acqua e qualche bustina in più… e il gioco è fatto. Gli altri sono tutti ingredienti che abbiamo abitualmente in casa e – per aggiungere un tocco in più – poche gocce di olio essenziale aiutano a potenziare il tutto.

Il The Verde – oltre ad essere un valido antiossidante – vanta numerose fantastiche proprietà utili per avere cura della nostra pelle: è infatti un efficace anti-age, promuove il rinnovamento cellulare, aiuta ad eliminare le macchie ed i segni dell’acne, contrasta i radicali liberi, migliora il tono della pelle, riduce occhiaie e borse grazie alla presenza di caffeina e tannini ed inoltre recenti studi sembrano confermare che il the verde aiuti a proteggere la pelle dai dannosi raggi UV. Per quel che concerne l’acne, possiamo dire che il thè verde possiede virtù astringenti, dermopurificanti e antinfiammatorie e quindi ci aiuta a contrastare, purificare e prevenire la formazione di brufoli e punti neri. Il tutto sottoforma di cubetto di ghiaccio che – già da solo – migliora la circolazione, riduce macchie e occhiaie, aiuta a tonificare la pelle, minimizza i pori dilatati, combatte le rughe d’espressione e rende la pelle più radiosa. Per completare uniamo al the verde ed al ghiaccio il limone, il rosmarino e la salvia, da sempre nostri amici e alleati per avere una pelle sempre più pulita e luminosa.

 

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti:

200 ml circa di Acqua

2 bustine di The Verde(io ho utilizzato il Gun Powder)

Scorza di Limone non trattato

Un rametto di Rosmarino

Qualche fogliolina di Salvia

2-3 gocce di Olio Essenziale di Tea Tree (opzionale)

2-3 gocce di Olio Essenziale di Lavanda (opzionale)

Portare l’acqua quasi a bollore (più o meno 80°C) , aggiungere le bustine di the verde e lasciare in infusione per pochi minuti (solitamente il tempo occorrente è riportato sull’etichetta della confezione).

Contemporaneamente unire la scorza di limone, il rametto di rosmarino e la salvia. Lasciare in infusione per 10 minuti circa.

Trascorso il tempo necessario rimuovere prima il the verde e poi il limone e le erbe aromatiche. Far raffreddare ed aggiungere gli oli essenziali.

Versare l’infuso in uno stampino per ghiaccio e lasciar congelare per almeno 5- 6 ore.

Applicare sul viso perfettamente pulito con delicati movimenti circolatori, insistendo particolarmente sulla zona T ed eventuali altre aree del viso soggette ad acne e pori dilatati.

 

 

 

 

 

Fettuccine ai funghi porcini secchi e salmone affumicato

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’autunno avanza lento e ineluttabile, il mese di settembre è scivolato via per fare posto al mese di ottobre, che ci accoglie con tutto il suo splendore e con tutte le sue specialità. Mentre la città ritrova il suo fascino frenetico ed ipnotico la Natura gradatamente rallenta i suoi ritmi, regalandoci un paesaggio dalle atmosfere così remote ed incantate da sembrare quasi uscite da una tela di Poussin. Eppure, ripensandoci meglio, ci possiamo accorgere che la Natura non si cela al nostro sguardo, anzi, è sempre pronta a lasciarsi ammirare in tutta la sua imperfetta e formidabile essenza.

Durante questo mese ci immergiamo ancor più profondamente in questa atmosfera autunnale, accentuata forse dall’arrivo di alcuni dei suoi doni più golosi: le castagne e…naturalmente non possiamo dimenticare i funghi! Credo che i funghi – parlando specificatamente di preparazioni salate – siano uno dei prodotti che più di ogni altro ci parlano di Natura e di Autunno: il loro profumo che porta con sé il ricordo del sottobosco, il loro colore che ci parla delle infinite sfumature – simili e diverse – degli alberi da cui provengono e infine il loro sapore che ci narra di pranzi in famiglia, sorrisi, cucina sapiente ed ingredienti semplici.

Questa volta abbiamo pensato di pubblicare una delle nostre ricette preferite: le Fettuccine ai Funghi Porcini Secchi con Salmone Affumicato. Si tratta di un piatto davvero semplice da preparare ma che regala davvero una gran soddisfazione, il cui merito è da attribuirsi anche al riuscitissimo abbinamento dei funghi con il salmone affumicato. Questo primo “mari e monti” è completato da un tocco di formaggio Philadelphia, che contribuisce a donare un tocco di cremosità al piatto e che arrotonda piacevolmente il gusto sposandosi armoniosamente sia con i porcini che con il salmone affumicato.

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti per 2 persone:

180 gr di fettuccine

50 gr di funghi porcini secchi di buona qualità

100 gr di salmone affumicato

1 spicchio d’aglio

½ bicchiere di vino bianco secco

50-60 gr di formaggio tipo Philadelphia (facoltativo)

Olio Extra Vergine di Oliva q.b.

Un ciuffo di prezzemolo

Sale e pepe q.b.

Disporre i funghi porcini secchi in una terrina con dell’acqua tiepida e lasciare in ammollo per almeno 30 minuti. Trascorso il tempo necessario strizzare per bene i funghi ed eventualmente tagliare i pezzi troppo grandi. Filtrare e tenere da parte l’acqua.

Collocare l’aglio con poco Olio EVO in una capiente padella antiaderente e lasciar soffriggere. Dopo pochi minuti alzare la fiamma, aggiungere i funghi e sfumare con il vino bianco. Dopodiché abbassare la fiamma, eliminare l’aglio, versare un  po’ dell’acqua di ammollo dei funghi e portare a cottura. Salare e pepare.

Lasciar cuocere con coperchio per 15 minuti circa e, qualora fosse necessario, aggiungere dell’altra acqua. Mescolare sovente con un cucchiaio di legno. Nel mentre portare a bollore abbondante acqua salata e cuocere le fettuccine.

A cottura quasi ultimata aggiungere il philadelphia e versare qualche cucchiaio dell’acqua di cottura della pasta, in modo che il formaggio si possa sciogliere facilmente ed amalgamarsi con i funghi. Da ultimo unire il salmone affumicato tagliato a pezzetti, rimestare delicatamente e terminare la cottura.

Scolare la pasta al dente, rovesciarla nella padella con il condimento e mescolare per amalgamare il tutto.  Spolverare con poco prezzemolo fresco finemente triturato e servire immediatamente.

Buon Appetito a Tutti!

 

 

 

 

 

Morphe 35O Palette, review e swatches

Tag

, , , , , , , , , , , ,

E’ già da qualche tempo che rimando la pubblicazione di questo articolo e finalmente posso dire di aver trovato il tempo e il momento giusto per farlo. Ho deciso di acquistare un’altra palette Morphe dopo aver testato con successo il mio primo acquisto: la Palette 35C (multi color matte palette). La scelta è stata ardua poiché Morphe ci offre veramente una vasta gamma di coloratissime palette ma, dopo attenta riflessione, la mia scelta è ricaduta su un classico di Morphe e sicuramente uno dei loro best-seller: la Palette 35O.

Ho infine ordinato questa palette perché ho sempre adorato i colori caldi e stavo appunto cercando degli ombretti che mi consentissero di creare semplici look quotidiani ed allo stesso tempo intensi look da sera. Infatti nella palette troviamo molteplici marroni dal sottotono caldo o freddo, una bella scelta di colori di transizione, parecchie differenti sfumature di arancio e numerosi ombretti dorati o bronzo dal finish metallico. Credo inoltre che la Palette 35O contenga la giusta combinazione di colori matte, satin e shimmer, cosa che la rende estremamente versatile e che senz’altro spiega la sua estrema popolarità (oltre naturalmente alla scelta degli splendidi colori).

Come tutte le palette Morphe, anche questa è fatta di sottile plastica leggera, completamente priva di specchio o pennelli; ma credo che ciò non rappresenti assolutamente un problema, specialmente se consideriamo il prezzo. La pigmentazione è molto buona per la maggior parte degli ombretti: quelli dal finish shimmer e metallic sono davvero fantastici, i colori satin e matte hanno una texture ricca e setosa. L’unica pecca che sono riuscita a trovare è che alcuni degli ombretti sono leggermente polverosi, problema che ho risolto con un primer occhi, un buon pennello ed un po’ di pazienza per sfumare.

Per concludere posso onestamente dire che raccomanderei l’acquisto di questa palette per la meravigliosa scelta dei colori, per la loro durata, la buona pigmentazione e la possibilità di creare sfumature armoniose. E’ giusto non dimenticare che – come già scritto – alcuni ombretti sono un po’ polverosi, ma credo comunque che si tratti di una bella palette, con un eccezionale rapporto qualità/prezzo (al momento si può acquistare su Beauty Bay per € 27.50). A dispetto delle grandi dimensioni credo sia sicuramente un’ottima soluzione per un eventuale viaggio poiché consente di creare diversi look stupendi senza aver bisogno di altre palette…e questo anche se tra i vari colori non è previsto il nero!

In definitiva posso certamente affermare che la Palette 35O di Morphe è diventata una delle mie preferite di tutti i tempi!

English Version

It has been a while since I have purchased this palette and in my intentions I initially planned to write this post long before September, but with my little delay I can say I had plenty of time to try the Morphe 35O Palette (or Nature Glow Palette). I have been successfully trying the Morphe 35C Palette and since I was very happy of the results I have decided to buy another palette. I have been thinking for a while because Morphe really offers a wide range of choice and I have finally selected one of their best-selling product: the Morphe 35O Palette.

I have chosen this Palette because I have always loved warm tones and I was looking for colours I could easily use for everyday looks but at the same time I could effortless go for a daring night look. I think this palette contains a beautiful combination of matte, satin and shimmery finish, which it is one of the reasons why this palette is so popular and versatile. Besides it includes a variety of cool and warm brown, a good choice of transition shades and it also offers many wonderful oranges, golden and bronzed metallic shadows (except for the beautiful selection of colours, of course).

As I wrote before the palette is made of thin black plastic and it does not includes any mirror or brush, but of course I think it is fine for the price. The pigmentation is awesome for most of the shades: the shimmer and metallic ones are really wonderful, the satin and matte colours are rich and smooth. The only flaw I can find is that some of them are a bit powdery, problem that I solved using a primer, a good brush and a little bit of patience.

In conclusion I can say that I would highly recommend this palette because the of the gorgeous selection of shades, the good pigmentation, the nice blendability and the lasting power . Although few of them are a bit powdery and a little harder to blend I think anyway it is an amazing palette because there are 35 shades to choose from and – after all – I think it really worth the price (at the moment it is available on Beauty Bay for € 27.50).  Despite of the big size I believe this palette is a perfect solution for travelling as you can create many stunning looks without needing any other palettes…even though there is not a black!

In the end I can say that ever since I have purchased this palette it has become one of my favourite palette of all time!

 

Biscotti Semintegrali al Miele, ricetta senza burro e senza zucchero

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quando è Primavera ci pare quasi che i giorni si allunghino con snervante lentezza, tanta è la voglia di sole dopo il lungo freddo Inverno. Eppure sappiamo bene che  dopo il Solstizio le giornate iniziano progressivamente ad allungarsi, ma tanta è l’impazienza che l’attesa sembra quasi interminabile.  Dopo il Solstizio d’Estate le ore di luce si riducono gradualmente e stranamente il processo ci sembra  incredibilmente più veloce in questo periodo. Eppure l’Autunno ci dona giorni ancora magnificamente tiepidi e la luce – divenuta meno forte e violenta – diventa calda e carezzevole.

L’Autunno a mio parere è infatti una stagione perfetta per camminare, specialmente se immersi nella Natura, perché la vegetazione è meno rigogliosa e gli insetti gradatamente scompaiono.  Ovviamente non possiamo dimenticare gli incantevoli e ardenti colori che questa stagione ci regala che, enfatizzati dall’oro pallido del sole autunnale, rendono ogni angolo suggestivo e pittoresco…diventando quasi incantato all’occhio del viandante.

Per rimanere in questa scala di colori caldi, questa volta abbiamo pensato di pubblicare una ricetta che ha per protagonista un ingrediente davvero speciale: il miele, che con i suoi toni ambrati si adatta perfettamente alla stagione. I Biscotti Semintegrali al Miele sono semplici e veloci da preparare e per giunta sono anche particolarmente sani perché sono privi di zucchero e burro. Il loro sapore rustico e rotondo li rende perfetti per la colazione, per cominciare la giornata all’insegna del gusto e del benessere!

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti per 30 biscotti circa:

100 gr di farina 0

150 gr di farina integrale

1 uovo

120 gr di miele (del tipo che preferite)

30 ml di olio di semi delicato

Un pizzico di vaniglia (o vanillina)

Un pizzico di sale

1 bustina di lievito per dolci

Disporre in una capiente terrina l’uovo intero, il miele, il sale e la vaniglia. Mescolare energicamente con una forchetta fino ad ottenere una sorta di crema liscia ed omogenea. Sempre mescolando versare l’olio a filo.

Incorporare gradatamente le farine setacciate con il lievito e rimestare continuamente con la spatola. Dopodiché rovesciare il composto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorare con le mani fino a che non si presenta ben levigato ed ad amalgamato.

Coprire con pellicola trasparente e lasciar riposare in frigorifero per 30 minuti circa.  Terminato il riposo stendere l’impasto con il mattarello e formare una sfoglia di circa 3-4 mm. Ritagliare quindi i biscotti e posizionarli ben distanziati in una teglia ricoperta da carta forno.

Cuocere a 180° per 10 minuti circa (controllare la cottura perché ogni forno è diverso).

Buona Colazione o Merenda a Tutti!

N.B.: Se a vostro gusto i biscotti risultassero poco dolci è possibile spolverarli di zucchero di canna o eventualmente aggiungerlo direttamente nell’impasto.

Plumcake salato con zucchine, provola e pancetta

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopodomani ci sarà l’equinozio e – dopo essere stato indiscutibilmente preannunciato – possiamo dire che l’autunno avrà ufficialmente inizio. Un autunno che ha precocemente fatto mostra di sé privandoci così di alcuni dei suoi  colori più fiammeggianti, che la mattina insieme all’aria già frizzante ci sussurra di storie lontane e dolci promesse… un autunno sfumato appena di leggera mestizia e allo stesso tempo illuminato da inesauribili speranze, idee e progetti da realizzare. Proprio per queste ragioni l’autunno rappresenta un po’ un “nuovo inizio”, una sorta di “Capodanno anticipato” in cui ci apprestiamo a lavorare sui nostri programmi sperando appunto di vederli prima o poi realizzati.

L’autunno però è anche una stagione che “invita” a cucinare: in parte perché il tepore della cucina diventa d’un tratto invitante, in parte perché è giusto e divertente inventare mille ricette diverse utilizzando i suoi meravigliosi doni e – last but not least –perché può diventare un modo rilassante e divertente per concludere la giornata in famiglia.

La ricetta che abbiamo deciso di pubblicare questa volta non è prettamente autunnale, piuttosto si definirebbe “per tutte le stagioni”: si tratta del Plumcake Salato con Zucchine, Provola e Pancetta. La versione salata del normale plumcake da colazione diventa un antipasto saporito o un’idea divertente per un buffet o un aperitivo, perfetto per un divertente pic-nic o per alternativo salva cena.

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

 

Ingredienti per uno stampo di 27 x 11,5 cm:

250 gr di farina

300 gr di zucchine

2 uova

80 gr di Olio Extra Vergine delicato (o Olio di Semi)

30 ml di latte

50 gr di Parmigiano grattugiato

100 gr di Provola

80 gr di pancetta a cubetti

Sale e pepe q.b.

1 bustina di lievito per torte salate

Lavare, asciugare e grattugiare le zucchine a julienne, quindi saltarle brevemente in padella con poco olio e sale. Disporre le uova intere con l’olio e latte e lavorarle con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Incorporare gradatamente la farina e mescolare continuamente con una spatolina per evitare la formazione di grumi. Aggiungere a poco a poco le zucchine, il parmigiano grattugiato e la pancetta e rimestare per distribuire uniformemente gli ingredienti.

Versare il composto in uno stampo imburrato e cuocere a 180° per 30-35 minuti.

Il nostro Plumcake Salato con Zucchine, Provola e Pancetta è pronto!

Buon Appetito a Tutti!

 

Pasta al salmone fresco con pomodorini, capperi e caprino

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Troppo presto ci sfugge questa estate, troppo presto si abbreviano i giorni e troppo presto le mattine si tingono di un freddo cenerino perlaceo. Troppo presto il sole si fa timido, mostrandosi un po’ spento e stanco …forse anche a causa della lunga estate rovente. Troppo repentinamente scendono le temperature e la città in un attimo si mostra confusa e variopinta, tra chi non vuole abbandonare l’estate e chi ha freddo e si sente già in autunno.

In questo periodo “di transizione” abbiamo pensato che fosse appunto ancora “troppo presto” per dare l’addio definitivo all’estate e per dedicarsi esclusivamente all’autunno che – diciamolo pure – ormai è decisamente alle porte. Presentando un’ultima ricetta estiva ci auguriamo altresì di scongiurare una triste stagione plumbea ed umida, augurandoci che un raggio del meraviglioso sole estivo resti a colorare ed intiepidire il paesaggio.

La ricetta che abbiamo scelto di pubblicare questa volta è la “Pasta Fredda al Salmone Fresco con Pomodorini, Capperi e Caprino”. Si tratta di un primo variopinto e saporito, che vede come protagonista uno dei pesci del nord più celebri e versatili della cucina di tutto il mondo: il salmone. Da grandi estimatori del pomodoro fresco abbiamo deciso senza indugio di abbinarlo al salmone; entrambi gli ingredienti si sposano benissimo con il sapore particolare del caprino di capra e – per finire  – il gusto deciso dei capperi completa l’armonia di sapori. Quando non è stagione – come faccio di sovente – sostituisco i pomodori freschi con quelli secchi e, se sono alla ricerca di un abbinamento più “delicato”, prediligo le zucchine al posto dei capperi e la ricotta al posto del caprino.

Vediamo infine la semplicissima ricetta…

Ingredienti per 2 persone:

180 gr di fusilli o altra pasta corta

1 trancio di salmone da 250 gr circa

10-12 pomodorini

Una manciata di capperi

60 gr di caprino di capra

½ bicchiere di vino bianco

1 aglio

Olio Extra Vergine q.b.

Sale q.b.

Pepe Rosa q.b.

Origano, timo, prezzemolo q.b.

Lavare il salmone, togliere la pelle e le spine (se non sono già state tolte) e infine tagliarlo a cubetti. Lavare e tagliare i pomodorini a spicchi e dissalare i capperi.

Mentre la pasta cuoce in abbondante acqua salata prepariamo il condimento: versare poco olio in una padella antiaderente, unire l’aglio e lasciar soffriggere brevemente. Aggiungere i cubetti di salmone, togliere l’aglio e sfumare con il vino bianco. Aggiustare di sale, aggiungere il pepe rosa e le erbe aromatiche e portare a cottura.

Scolare la pasta al dente, tuffarla in padella con il salmone, aggiungere velocemente il caprino (che insieme alla pasta ancora calda formerà una sorta di “cremina”) e terminare con i capperi ed i pomodorini freschi.

La nostra Pasta al Salmone con Pomodorini, Capperi e Caprino è pronta!

Buon Appetito a Tutti!