Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tiramisù con Uova Pastorizzate

Ci sembra davvero incredibile, eppure con questo siamo arrivati al centesimo post! Come festeggiare l’evento? Pensando e ripensando abbiamo deciso di celebrare i 100 Post con un grande classico intramontabile: il Tiramisù! Effettivamente parliamo nientemeno del dolce italiano più conosciuto al mondo, del dolce più amato di sempre e quello che più ci permette di sbizzarrirci con le sue infinite e golose varietà casalinghe… e – perché no? – Natalizie.

Devo ammettere che – fino a poco tempo fa – non preparavo molto spesso il Tiramisù, finché non ho scoperto e provato la Base Tiramisù Pastorizzata di Luca Montersino. Il mio problema? Le uova crude, naturalmente! Per quanto controllate e di ottima qualità le uova di oggi non sono di certo quelle che ci dava la nonna prese dal contadino. Con la Base Tiramisù Pastorizzata di Montersino il problema è risolto e il procedimento non è difficile né lungo.

Montersino utilizza una base di Pan di Spagna ma – se avete poco tempo – potete utilizzare anche i classici savoiardi (come abbiamo fatto noi). Per alleggerire il dolce, ho deciso di utilizzare le uova intere al posto dei soli tuorli e devo ammettere che la crema viene comunque benissimo: soffice, setosa, delicata e irresistibile!

Comunque decidiate di utilizzare le uova, questa è una ricetta da provare, in questo modo farete felici grandi e piccini senza preoccuparvi di germi e batteri.

Ingredienti:

87,5 gr di tuorli (4 tuorli circa)

170 gr di zucchero

50 gr di acqua

I semi di mezza bacca di vaniglia Bourbon

250 gr di mascarpone

250 gr di panna

200 gr di Savoiardi (1/2 confezione)

2 tazze di caffè lungo

Cacao amaro per spolverare

Innanzitutto montare le uova con i semini di vaniglia con la planetaria o un robot da cucina. Nel frattempo rovesciare l’acqua e lo zucchero in un pentolino e, a fuoco moderato, portare a 121° mescolando con un cucchiaio di legno. Verificare la temperatura con l’apposito termometro da cucina e, non appena raggiunta, versare a filo lo sciroppo nei tuorli che ancora montano. Continuare a montare i tuorli con lo sciroppo fino a raffreddamento avvenuto (circa 10 minuti).

Montare insieme la panna con il mascarpone e, una volta ottenuta una crema soffice e bella voluminosa, aggiungere pian piano e a piccole dosi la base pastorizzata, avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto per non smontare il tutto.

Procedere montando il tiramisù come da ricetta classica e tradizionale. Prepariamo la nostra pirofila (solitamente ne utilizzo una delle dimensioni di 20 x 20 cm) – o monoporzioni a piacere – e procediamo con uno strato di savoiardi imbevuti di caffè e uno strato di crema tiramisù. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti e completare con una bella spolverata di cacao amaro o… se volete fare come me, una bella grattugiata di cioccolato fondente.

Lasciar riposare in frigo almeno 3 ore prima di consumare ma, se resistete alla tentazione, vi assicuro che il giorno dopo è ancora più buono!

Buon Tiramisù a Tutti!

Nonsiamofoodblogger è presente anche su FACEBOOK! Se ti siamo piaciuti condividi e metti “mi piace”, grazie!

Annunci